COMSOL lancia la versione 6.2 di COMSOL Multiphysics

419

L’ultima versione del software di simulazione multifisica permette di velocizzare i calcoli e introduce la funzionalità dei modelli surrogati.

COMSOL annuncia il rilascio della versione 6.2 di COMSOL Multiphysics, che include la funzionalità di modelli surrogati per app di simulazione standalone efficienti e digital twin basati sulla multifisica.

Tra le altre novità, la nuova versione presenta solutori multifisici ad alte prestazioni per l’analisi dei motori elettrici, simulazioni di flusso turbolento fino al 40% più veloci e calcoli della risposta all’impulso più rapidi di un ordine di grandezza per l’acustica di stanze e ambienti chiusi. Inoltre, l’esecuzione dell’analisi degli elementi al contorno (BEM) per l’acustica e l’elettromagnetismo è ora fino a 7 volte più veloce se eseguita su cluster.

Le simulazioni di flussi turbolenti sono ora fino al 40% più veloci, come dimostra l’analisi di questo flusso ad alto numero di Mach attraverso un ugello a getto d’aria.

App di simulazione efficaci e digital twin

I modelli surrogati forniscono risultati di simulazione accurati molto più rapidamente dei modelli a elementi finiti completi di cui rappresentano un’approssimazione. Se si utilizzano le app di simulazione, ciò si traduce in risultati quasi istantanei, offrendo agli utenti dell’app una migliore esperienza interattiva. Inoltre, i modelli surrogati sono utili per i digital twin, che spesso richiedono aggiornamenti rapidi e frequenti dei risultati della simulazione.

L’ultima versione del software introduce anche la possibilità di creare app di simulazione con aggiornamenti automatici tramite eventi timer, particolarmente utili per la creazione di digital twin o app di simulazione connesse all’IoT.

“I modelli surrogati potenziano in modo significativo la creazione di app in COMSOL Multiphysics® e aprono nuove possibilità ai nostri utenti”, afferma Lars Langemyr, Chief Scientist di COMSOL. “che ora possono creare gemelli digitali efficaci e realizzare app standalone interattive, veloci dal punto di vista computazionale e precise”.

Simulazioni multifisiche ad alte prestazioni per motori elettrici

La versione 6.2 amplia le possibilità di simulare in modo efficiente motori elettrici, trasformatori e altri macchinari elettrici grazie a un solutore periodico nel tempo, disponibile nell’AC/DC Module. Inoltre, consente l’analisi multifisica dei motori coinvolgendo acustica, meccanica strutturale, dinamica multibody e trasferimento di calore, e rende possibile l’esecuzione di studi di ottimizzazione per ideare nuovi progetti di motori.

“Il nuovo metodo di risoluzione velocizza una classe importante di simulazioni di motori elettrici per diversi ordini di grandezza”, dichiara Durk de Vries, technical product manager per l’AC/DC Module in COMSOL. “Permette un’analisi efficiente di fenomeni multifisici che in precedenza erano fuori portata. Questo è fondamentale per l’ottimizzazione della progettazione dei motori elettrici, dove è essenziale un equilibrio tra obiettivi strutturali, termici ed elettromagnetici”.

Analisi multifisica di un motore a magneti permanenti interni (IPM) che combina analisi elettromagnetica e strutturale.

Migliori capacità di modellazione in tutta la gamma di prodotti

Con la versione 6.2, gli utenti potranno scoprire nuove funzionalità di modellazione in tutti i settori. Le funzionalità principali, come la visualizzazione e la mesh, sono state migliorate e i prodotti aggiuntivi sono stati ampliati e aggiornati. La versione 6.2 aggiunge anche più di 100 tutorial nuovi e aggiornati, per aiutare gli utenti a far crescere le proprie capacità di modellazione.

Tra i punti salienti dell’ampliamento della modellazione fisica vi sono:

  • 7 modelli di turbolenza per flussi ad alto numero di Mach
  • Materiali dipendenti dalla frequenza realistici per le simulazioni acustiche nel dominio del tempo
  • Modellazione dell’infragilimento da idrogeno nei solidi per fuel cell, elettrolizzatori e corrosione
  • Modellazione estesa per danneggiamento, frattura e contatto
  • Calcoli di assorbimento specifico intuitivi per le simulazioni RF di tessuti
  • Analisi della propagazione della luce attraverso cristalli liquidi
  • Possibilità di utilizzare i dati meteorologici locali per la temperatura e la pressione nelle simulazioni, a partire dalla localizzazione GPS

Il boundary element method, utilizzato in questo caso per il calcolo di una sezione trasversale radar, è ora fino a 7 volte più veloce.

L’ultima versione di COMSOL Multiphysics® consolida la sua posizione di software di simulazione multifisica completo, offrendo capacità di modellazione e simulazione fisica senza pari in un unica piattaforma. Inoltre, migliora il supporto per la creazione, la manutenzione e la compilazione di app di simulazione standalone, estendendo così l’uso della simulazione a persone che non fanno parte della comunità di modellazione e simulazione.

Per un’analisi approfondita dell’ultima versione, sfogliate le pagine dedicate alle novità principali della release. In alternativa, per avere un’introduzione a COMSOL Multiphysics® e per scoprire come gli aggiornamenti hanno migliorato la sua potenza complessiva, consultate questo post del blog.

Disponibile da oggi

I prodotti COMSOL Multiphysics®, COMSOL Server™ e COMSOL Compiler™ sono supportati dai seguenti sistemi operativi: Windows®, Linux® e macOS.

Scarica COMSOL 6.2